Il programma Digital Europe eroga finanziamenti strategici per facilitare il passaggio a un mondo più digitale.

Obiettivi generali del Programma:

– sostenere e accelerare la trasformazione digitale dell’economia, dell’industria e della società europee;  permettere ai cittadini, alle pubbliche amministrazioni e alle imprese di tutta l’Unione di beneficiare dei vantaggi che tale trasformazione offre; migliorare la competitività dell’Europa nell’economia digitale mondiale contribuendo a ridurre il divario digitale in tutta l’Unione e rafforzando l’autonomia strategica dell’Unione tramite un sostegno globale, intersettoriale e transfrontaliero e un maggiore contributo dell’Unione.

La transizione digitale sostiene progetti in cinque aree di capacità chiave a cui corrispondono obiettivi specifici:

1.Calcolo ad alte prestazioni/Supercomputing (2,2 miliardi di euro):

  • Costruire e rafforzare le capacità di supercalcolo e di elaborazione dati dell’UE acquistando supercomputer exascale di livello mondiale entro il 2022/2023 (capaci di almeno un miliardo di miliardi o 1018 calcoli al secondo) e strutture post exascale entro il 2026/2027.
  • Aumentare l’accessibilità e ampliare l’uso del supercalcolo in settori di interesse pubblico come la salute, l’ambiente e la sicurezza, e nell’industria, comprese le piccole e medie imprese.

2. Intelligenza artificiale (2,1 miliardi di euro):

  • Investire e aprire l’uso dell’intelligenza artificiale da parte delle imprese e delle amministrazioni pubbliche.
  • Creare un vero spazio europeo dei dati e facilitare l’accesso sicuro e l’archiviazione di grandi serie di dati e un’infrastruttura cloud affidabile ed efficiente dal punto di vista energetico.
  • Rafforzare e sostenere le strutture di test e sperimentazione dell’intelligenza artificiale esistenti in settori come la salute e la mobilità negli Stati membri e incoraggiare la loro cooperazione.

3. Cybersecurity (1,6 miliardi di euro):

  • Rafforzare il coordinamento della cybersecurity tra gli strumenti degli Stati membri e le infrastrutture di dati.
  • Sostenere l’ampio dispiegamento delle capacità di cybersecurity in tutta l’economia.

4.Competenze digitali avanzate (580 milioni di euro):

  • Sostenere la progettazione e la fornitura di programmi specializzati e tirocini per i futuri esperti in aree di capacità chiave come dati e AI, cybersecurity, quantum e HPC.
  • Sostenere l’aggiornamento della forza lavoro esistente attraverso brevi corsi di formazione che riflettono gli ultimi sviluppi nelle aree di capacità chiave.

5. Ampliamento uso delle tecnologie digitali in tutta l’economia e la società (1,1 miliardi di euro):

  • Sostenere implementazioni ad alto impatto in aree di interesse pubblico, come la salute (integrate dal programma EU4Health), Green Deal, comunità intelligenti e il settore culturale.
  • Costruire e rafforzare la rete dei Digital Innovation Hub europei, con l’obiettivo di avere un Hub in ogni regione, per aiutare le aziende a beneficiare delle opportunità digitali.
  • Sostenere l’adozione di tecnologie digitali avanzate e correlate da parte dell’industria, in particolare le piccole e medie imprese.
  • Sostenere le amministrazioni pubbliche europee e l’industria per implementare e accedere a tecnologie digitali all’avanguardia (come la blockchain) e creare fiducia nella trasformazione digitale.

Con un budget complessivo previsto di 7,5 miliardi di euro, il programma mira ad accelerare la ripresa economica e a dare forma alla trasformazione digitale della società e dell’economia europea, portando benefici diffusi e agevolando le piccole e medie imprese. La principale forma di finanziamento del Digital Europe è l’appalto a cui si affiancano contributi e premi. I contributi possono coprire fino al 100% dei costi ammissibili.

Tipologie di finanziamento e criteri di ammissibilità:

Per l’attuazione del programma la Commissione adotta programmi di lavoro biennali o triennali che definiscono le azioni da intraprendere, con la ripartizione delle risorse assegnate alle stesse, le azioni ammissibili (Calls for proposals/Grants o Calls for tenders/procurement) e le relative scadenze.

Sono ammissibili le proposte presentate da entità e/o consorzi che soddisfano i requisiti stabiliti nel relativo invito a presentare proposte. Gli enti giuridici ammissibili, definiti nell’Art. 18 del regolamento del programma sono: (a) i soggetti giuridici stabiliti in uno Stato membro o in un paese o territorio d’oltremare ad esso collegato o in paesi terzi associati al programma; (b) qualsiasi soggetto giuridico costituito a norma del diritto dell’Unione o di un’organizzazione internazionale. I soggetti giuridici stabiliti in un paese terzo non associato al programma sono eccezionalmente ammessi a partecipare ad azioni specifiche qualora ciò sia necessario per il raggiungimento degli obiettivi del programma.

Link utili

https://digital-strategy.ec.europa.eu/en/activities/digital-programme

https://digital-strategy.ec.europa.eu/en/activities/work-programmes-digital

https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/programmes/digital

https://www.europafacile.net/Scheda/Programma/34851