Dal 4 al 6 ottobre 2022, il Campus dell’Università degli Studi di Salerno, ospita La XIII edizione del Forum della Borsa della Ricerca, a cui partecipano più di 100 delegazioni universitarie, provenienti da 14 Regioni e 60 imprese nazionali e multinazionali.

L’iniziativa è realizzata in partenariato con il Piano Operativo triennale per la Valorizzazione, il Rafforzamento e l’Apertura dell’Ecosistema Regionale R&I – ECOREI (Por Campania Fesr 2014-2020 Asse 1 – Obiettivo Specifico 1.3 – Azione 1.3.3), gestito da Sviluppo Campania società in-house della Regione Campania.

“Torna il Forum della Borsa della Ricerca a Salerno e con esso la Campania dell’innovazione pronta a promuovere le eccellenze dell’ecosistema regionale e a generare sinergie e collaborazioni tra attori pubblici e privati sui temi della ricerca scientifica e del trasferimento tecnologico. Siamo presenti al Forum, infatti, con una delegazione composta da 15 soggetti tra nuove startup innovative e soggetti intermediari come incubatori e acceleratori. Nella strategia di ricerca e innovazione per il periodo 2021-2027 abbiamo confermato la mission di rendere la Campania piattaforma internazionale di innovazione, puntando su importanti investimenti verso la transizione ecologica, per un impatto sociale ed economico inclusivo che generi benessere diffuso”, ha affermato Valeria Fascione, Assessore alla Ricerca, Innovazione e Startup della Regione Campania.

Il Forum della Borsa della Ricerca 2022 si  è aperto con la sessione plenaria sul tema “Il futuro della scienza”, nel corso del quale sono intervenuti: Vincenzo Loia, Rettore Università di Salerno; Valeria Fascione, Assessore all’Innovazione, Startup e Internazionalizzazione della Regione Campania; Marco Gambardella, Vice Presidente Confindustria Salerno; Massimiliano Natella, Assessore alle Politiche Ambientali Comune di Salerno; Tommaso Aiello, Presidente Fondazione Emblema e Coordinatore Borsa della Ricerca. Durante l’incontro di apertura, Marc Routier,Vice Presidente South East Europe Region, Presidente 3M Italy ha presentato il  “3M State of Science Index”, un rapporto sulla scienza come base di partenza per lavorare sul futuro. Nel corso del suo intervento, Marc Routier ha spiegato che “la scienza è importante per 3M ed è proprio per questo che ogni anno investiamo nella creazione del rapporto State of Science Index, che esplora gli atteggiamenti della popolazione nei confronti della scienza”.

Dai dati della ricerca 3M presentati a Borsa della Ricerca è emerso che:

  • il 91% degli italiani dichiara di avere fiducia nella scienza e nella ricerca scientifica;
  • l’86% degli italiani concorda sulla disinformazione legata alle notizie che circolano su web e social network.
  • l’88% degli italiani fa riferimento alle informazioni scientifiche provenienti dagli scienziati;
  • il 66% degli italiani desidera che la scienza metta al primo posto la risoluzione di questioni come gli effetti del cambiamento climatico;
  • il 54% degli italiani richiede parità di accesso a una sanità di qualità.

L’indagine sullo Stato della Scienza di 3M (SOSI) presenta una ricerca originale, indipendente e rappresentativa a livello nazionale (basata sui dati demografici del censimento) condotta nel 2022 dalla società di ricerca globale Ipsos tramite una combinazione di interviste online e offline. La ricerca del 2022 è stata condotta nel periodo compreso tra il 27 settembre e il 17 dicembre 2021, in 17 paesi su 1.000 soggetti adulti appartenenti alla popolazione generale (18+) in ciascuno dei seguenti paesi: Australia, Brasile, Canada, Colombia, Cina, Francia, Germania, India, Italia, Giappone, Messico, Polonia, Singapore, Corea del Sud, EAU, Regno Unito e Stati Uniti.

Dopo la presentazione del Rapporto “3M State of Science Index”, si è svolta una tavola rotonda, nel corso della quale ci si è confrontati sui dati emersi, accendendo i riflettori sulle diverse ricadute che l’interesse verso la scienza ha a livello sociale, tanto nel mondo accademico quanto in quello industriale. La Tavola Rotonda è stata moderata da: Antonio Pietrosanto, Delegato Terza Missione e Valorizzazione Ricerca dell’Università di Salerno e Daniela Aleggiani, Vicepresidente e Segretario generale della Fondazione 3M-ETS; mentre, sono intervenuti: Carlo Alberto Carnevale Maffè, Presidente Fondazione Riccagioia; Luigi Gallo, Responsabile Area Innovazione Invitalia; Anna Leonardi, Italy Public Affairs per ST Microelectronics e Filippo D’Arpa, Amministratore delegato del Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nano Sistemi.