Assessore Fascione: “Un’occasione per presentare i trend evolutivi che fanno della Campania una piattaforma di innovazione dinamica che attrae talenti, imprese e capitali”

Si terrà l’11 e il 12 ottobre la prossima edizione di Smau, evento di riferimento sui temi dell’innovazione per le imprese. Quest’anno, tra le 120 startup presenti all’evento, parteciperà anche una delegazione di 18 startup campane che, tra workshop, momenti di networking, tavole rotonde e live show, saranno coinvolte in un ricco programma di appuntamenti destinati ad accrescere le occasioni e le opportunità per fare business e stringere nuove alleanze, possibilmente dal profilo internazionale.

Nei due giorni è prevista una delegazione di operatori internazionali provenienti da 20 Paesi coinvolti nell’ambito dell’iniziativa Italia RestartsUp, realizzata con ICE-Agenzia, insieme ai principali stakeholder del panorama italiano e, per il primo anno, i visitatori potranno richiedere in anticipo l’organizzazione di uno Startup Safari, un tour guidato tra le
eccellenze innovative presenti.

Quando l’innovazione scende in campo, la Campania è sempre presente, puntando sulla nuova imprenditorialità con 18 Startup regionali che porteranno a Milano la loro offerta di prodotti e servizi innovativi. SMAU Milano è la tappa di riferimento per nuovi modelli di business, che riesce a far convergere temi strategici come la sostenibilità, l’open innovation e l’apertura internazionale, grazie alla presenza di grandi player. Per tutto il territorio regionale è un’occasione importante per presentare i trend evolutivi che fanno della Campania una piattaforma di innovazione dinamica che attrae talenti, imprese e capitali” commenta Valeria Fascione, Assessore alla Ricerca, Innovazione e Startup della Regione Campania.

Ecco in anteprima la delegazione di realtà campane presenti:

Arcadia, Napoli (spin-off accademico dell’università Federico II di Napoli)
Si propone di realizzare applicazioni, basate su una piattaforma hardware e software, per una didattica e una formazione innovativa, che sia incentrata sulla realtà aumentata, virtuale o mista. A partire dall’oggetto/strumento fisico, si realizza il suo gemello virtuale mediante scansione 3D, tecniche di computer grafica e Internet of Things, per produrre soluzioni per la didattica in realtà aumentata, telecontrollo di strumenti, apparecchiature e attrezzi, telemedicina.

Artificial Intelligence Monitoring – Napoli (startup innovativa)
Offre un servizio alle PMI nel settore manifatturiero, e in particolare, nella fase iniziale della fabbricazione di prodotti metallici e del packaging. Il suo obiettivo è minimizzare i danni subiti nelle realtà aziendali dal downtime e gestire al meglio l’efficientamento del processo produttivo. AIM si rivolge alle imprese con un parco macchine che necessita di costante manutenzione. Le aziende traggono vantaggio prevenendo gli interventi e sviluppando soluzioni mirate; che da un lato riducono i costi ed il tempo di fermo impianto, dall’altro impattano positivamente sulla qualità della produzione aziendale.

EnismaroSalerno (startup innovativa)
Offre una soluzione end-to-end in grado di tracciare il processo di produzione alimentare in maniera oggettiva. Adotta un ledger Blockchain e un framework di sensori IOT, che sono la chiave per garantire il rispetto dei requisiti di qualità. Consente alle parti di firmare “Smart Contracts” relativi ai dati acquisiti dai sensori IOT, permettendo così agli attori della catena alimentare di concordare alcune condizioni che devono essere rispettate (ad esempio, il monitoraggio della catena del freddo) e di abbattere il divario di informazioni, aumentando la trasparenza nel processo.

Esthar Srl  Napoli (startup innovativa)
Opera nel settore ICT con focus su R&D e tecnologie emergenti – tra cui Mixed Reality, Brain Computer Interfaces, Blockchain, Machine Learning, IoT, Cloud Computing. La startup presenta a Smau Junction XR, una soluzione di assistenza remota per Hololens 2 che estende le funzionalità di una semplice videochiamata integrando le potenzialità della realtà aumentata. Tra le principali funzionalità vi sono: annotazioni (disegno, testo) ancorate nello spazio, visualizzazione di informazioni legate agli oggetti nel mondo reale, rendering di elementi olografici, scansione e visualizzazioni dei dati associati a codici QR.

Farzati Tech srl, Salerno (startup innovativa)
Impegnata nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie per migliorare la qualità della vita dell’individuo. Tramite AI e blockchain, sviluppa innovativi sistemi di tracciabilità per la filiera agroalimentare: la tecnologia di punta è BluDev®, che acquisendo la matrice chimica di un elemento organico, riesce a definire la Digital Bio Finger Print, elemento che garantisce l’origine certa di un prodotto finito, una materia prima o un semilavorato, tutelando sicurezza e trasparenza dal campo alla tavola.

GAV Projects, Caserta (startup innovativa)
Si occupa della progettazione di opere di ingegno applicate alla realtà virtuale e alla realtà aumentata, oltre che dello sviluppo o elaborazione di prodotti, applicazioni e/o servizi innovativi ad alto valore tecnologico. Sono specializzati nella creazione di Metaversi e applicativi immersivi VR e AR che possono essere utilizzati e visualizzati con visori, mobile device o semplicemente sul web. Sviluppa prodotti in computer grafica per ogni tipo di business, nel campo automotive, retail, ingegneristico e turistico.

Incubatore CampanoCaserta (incubatore certificato)
Nato come startup innovativa, è diventato un Incubatore Certificato del MISE. Svolge attività di supporto a proponenti o alle startup innovative già costituite con ricerca di finanziamento e/o partecipazione in equity, le assiste anche con l’Academy e con la Formazione essendo collegato al sistema Unasf di Conflavoro PMI ed in accreditamento con la Regione Campania. Inoltre, è un ente di ricerca e sviluppo, per conto proprio e terzi, ed iscritto all’Anagrafe Nazionale della Ricerca Scientifica. Dispone di propri hub con spazi coworking a Caserta, Benevento, Avellino, Napoli, Salerno e Lucca.

Innovation4HR, Caserta  (startup innovativa)
A Smau presenta HRTime, un software gestionale corredato da app, in continuo aggiornamento, dedicato a tutti i processi HR, partendo dalla gestione del tempo, passando per l’analisi delle competenze e dei fabbisogni formativi e arrivando all’analisi dei KPI. L’obiettivo è garantire una gestione inclusiva, meritocratica e oggettiva al fine di ottenere un reale vantaggio economico e competitivo attraverso il benessere dei propri dipendenti. Il software è supportato da un’altra app dedicata esclusivamente ai dipendenti, i quali avranno a disposizione tutto ciò che riguarda il proprio rapporto di lavoro e godere di una comunicazione facile e veloce.

Laila Tech | Mazer , Caserta  (startup innovativa)
Ha la piattaforma di Marketing Conversazionale Laila®. Risultato di anni di ricerca nell’ambito delle Intelligenze Artificiali e della UX Design, Laila® è in grado di aumentare le vendite e di migliorare la brand reputation, attraverso un’esperienza di acquisto gratificante e un customer service emozionale. Relazionandosi con il pubblico via chat, in maniera fluida e informale, assiste gli utenti pre e post-vendita e persegue gli obiettivi strategici di marketing prestabiliti. Il target: aziende con e-commerce o siti web con alti volumi di traffico, che hanno esigenze di crescita, acquisizione lead e customer care h24.

Lanificio DigitaleNapoli (innovation hub)
Open Innovation Hub che promuove programmi di innovazione sostenibili, rivolti ad aziende per la creazione e/o ammodernamento di business unit con il metodo PLAN: Piattaforma abilitante che accelera lo sviluppo software, Location nel centro storico di Napoli, come spazio di coworking, Academy che promuove la cultura delle startup e, in fine, Network di professionalità e competenze.

LogogrammaNapoli  (startup innovativa)
Grazie all’intensa attività di ricerca scientifica, sviluppa soluzioni per l’efficientamento dei processi aziendali, integrando tecniche di Machine Learning, Deep Learning e Natural Language Processing con la tecnologia dei grafi e la creatività del gaming. Dal trattamento automatico del linguaggio naturale ai sistemi di dialogo, dall’Intelligenza Artificiale allo sviluppo cross-platform, fornisce prodotti e soluzioni per aziende, PA ed Enti culturali in grado di ottimizzare i flussi di lavoro in settori diversi, promuovendo la trasformazione digitale delle imprese.

Materica Lab S.R.L., Salerno  (startup innovativa)
Offre servizi nell’ambito della diagnostica e la caratterizzazione delle proprietà chimico-fisiche dei materiali, nel campo dell’ingegneria, l’ambiente e i Beni Culturali (BBCC), attraverso l’impiego di metodologie analitiche di precisione. Gli obiettivi principali sono incentrati sulle indagini per la caratterizzazione chimico-fisica dei materiali, nonché sulle attività di testing dei prodotti utilizzati nel campo del restauro del costruito e la sperimentazione di nuove formulazioni, nel pieno rispetto dei Criteri Ambientali Minimi (CAM)

MUST srlNapoli  (startup innovativa)
Propone sul mercato l’App MUST per sperimentare e valorizzare un servizio partecipativo di manutenzione e gestione del patrimonio costruito, garantirne nel tempo la qualità prefissata, prevedendo e prevenendo i processi di modificazione prestazionale. La digitalizzazione supporta la riorganizzazione del coordinamento gestionale alla scala edilizia e urbana.

Nexting srl | Cross Media Company, Napoli  (startup innovativa)
Nata nel 2017 e posizionata nel settore del broadcast. Nasce sulla scorta di un’esperienza pluriennale nella produzione di contenuti audiovisivi da parte dei suoi fondatori e si occupa di studio di soluzioni innovative attraverso attività di Ricerca e Sviluppo nel campo dell’IA applicata all’universo video. Oltre ad avere un reparto Digital & Innovation dedicato, specializzato in sviluppo, gestione di piattaforme OTT e soluzioni di live streaming, offre servizi di comunicazione e di supporto tecnologico per i big player del mercato di riferimento: core-business della realtà è quindi la realizzazione di contenuti e il supporto alle attività di produzione dei broadcasters.

PAC srl , Caserta  (startup innovativa)
Crea e gestisce siti che offrono un innovativo metodo di distribuzione abbigliamento online in leasing. Questo consente alle clienti di utilizzare i capi come fossero i propri ad una frazione del costo e dell’impatto ambientale ed include la possibilità di trattenere ed acquistare i propri capi preferiti con un sistema di crediti. PAC eroga il servizio di leasing di abbigliamento sia tramite www.thepaac.com (B2C) che realizzando e gestendo siti web dedicati come www.pinkoplay.com (B2B2C) per i brand che vogliono aggredire direttamente l’opportunità di mercato ed offrire un servizio sostenibile.

ReverseUp, Salerno  (startup innovativa)
Si occupa di soluzioni tecnologiche innovative nei settori dell’efficienza energetica, dell’energia rinnovabile, dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale. Le sue attività sono incentrate sulla collaborazione con aziende ed enti per attività di ricerca, sviluppo e commercializzazione di prodotti e servizi innovativi ad alto valore tecnologico, mirati ad acquisire o sperimentare nuove conoscenze, nuovi prodotti e nuovi processi produttivi. Inoltre particolare attenzione è posta nella valorizzazione dei risultati della ricerca e nella formazione tecnologica del personale aziendale.

To BeNapoli  (startup innovativa)
Sviluppa soluzioni Li-Fi per esaltare le potenzialità della luce, connettere cose e persone in modo sostenibile e smart. È stata promotrice di progetti in diversi segmenti di mercato: beni culturali, retail, trasporti, scuole e uffici, soddisfando la crescente domanda di traffico dati e guidando la transizione digitale verso una connessione veloce, sicura, sostenibile, accessibile a tutti e integrabile con sistemi di illuminazione a basso consumo energetico.

Unobravo SrlNapoli  (startup innovativa)
Nata per sostenere gli expat italiani residenti all’estero, per poi diventare un punto di riferimento per la psicoterapia online in lingua italiana. Sin dalla sua fondazione, l’azienda lavora per abbattere lo stigma che ancora persiste attorno al tema della salute mentale e per creare un mondo in cui andare dallo psicologo sia considerato normale, sfruttando la tecnologia in chiave di accessibilità e sostenibilità. Grazie ad un innovativo algoritmo, si effettua un processo di matching che associa al paziente il terapeuta Unobravo più adatto per esigenze, affinità caratteriali e preferenze. L’approccio user centered e l’erogazione a distanza definiscono la cifra di un servizio autenticamente tailor-made, che ben si adegua ai bisogni delle persone e di quelle aziende desiderose di prendersene cura.

fonte: Campania Competitiva