Il Decreto Aiuti n. 50/2022, convertito nella Legge n. 91-2022, ha previsto a favore delle imprese con sede operativa in Italia che partecipano a fiere internazionali organizzate in Italia un “bonus fiere” pari ad euro 10.000 e con il decreto direttoriale 18 ottobre 2022, il Ministero dello Sviluppo Economico ha dettato i termini e le modalità per la presentazione delle istanze di rimborso.

Per ricevere il contributo, i destinatari dell’incentivo devono compilare e inviare, dalle ore 12:00 del 10 novembre e fino alle ore 17:00 del 30 novembre 2022, esclusivamente per via telematica e attraverso l’apposita piattaforma, le istanze di rimborso delle spese sostenute per la partecipazione agli eventi fieristici previsti dall’agevolazione. È indispensabili il possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata. L’accesso alla procedura informatica prevede l’identificazione e l’autenticazione tramite la Carta nazionale dei servizi ed è riservato ai rappresentanti legali delle imprese richiedenti.

Il “bonus fiere”, previsto dall’articolo 25-bis del Dl n. 50/2022 (decreto “Aiuti”), è un buono del valore massimo di 10 mila euro che premia le imprese per la loro partecipazione alle manifestazioni fieristiche internazionali di settore organizzate in Italia. Il rimborso massimo erogabile è pari al 50% delle spese e degli investimenti. Gli eventi per i quali spetta il contributo sono quelli inclusi nel calendario fieristico approvato dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome, svolti nel periodo compreso tra il 16 luglio 2022, data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto “Aiuti”, e il 31 dicembre 2022. L’incentivo può riguardare una o più manifestazioni, ma può essere richiesto una sola volta da ciascun beneficiario.

Al modello, disponibile in fac-simile sul sito del Mise, devono essere allegati:

  • copia del buono fiere rilasciato dal Ministero dello Sviluppo Economico;
  • copia delle fatture attestanti le spese e gli investimenti sostenuti con il relativo dettaglio;
  • documentazione attestante l’avvenuto pagamento di tali fatture;
  • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà con cui il beneficiario attesta la avvenuta, effettiva partecipazione alle manifestazioni fieristiche per le quali è richiesto il rimborso delle spese, utilizzando il modello Dsan-1 in caso di manifestazioni fieristiche svolte nel periodo luglio – novembre, il modello Dsan-2 in caso di partecipazione a manifestazioni fieristiche svolte a dicembre;
  • se prevista, copia di un documento di identità in corso di validità e della tessera sanitaria del titolare o dei titolari dell’agevolazione, i cui estremi sono stati riportati nell’istanza.

Il Ministero dello Sviluppo Economico informa che per eventuali chiarimenti è disponibile lì indirizzo di posta elettronica info.buonofiere@mise.gov.it  e le risposte saranno fornite nella sezione del sito dedicata alle Faq.

Info e dettagli:

https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/buono-fiere